Raggiunto l’accordo sulla struttura del SEAS

Raggiunto ieri a Madrid, l’accordo che dovrebbe permettere al progetto del Servizio Europeo d’Azione Esterna di godere di un iter parlamentare presumibilmente tranquillo.

La decisione che di fatto pone fine a tutta la querelle di questi ultimi mesi, prevede che il Parlamento godrà di un maggiore ruolo per quanto riguarda decisioni politiche e bilancio del nuovo servizio. D’altro canto, la Ashton salva l’impianto della sua creatura ed evita che l’iter parlamentare si tramuti in un personale Vietnam.

Insomma tutti felici e contenti, compresa la Presidenza spagnola alla disperata ricerca di qualche successo, specialmente in materia di politica estera, prima che finisca il suo semestre.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s