Lo scoglio della crisi israelo-palestinese continua a bloccare l’Unione per il Mediterraneo.

Il governo spagnolo ha annunciato di aver posticipato alla metà di novembre l’atteso summit dell’Unione per il Mediterraneo previsto per il prossimo 7 giugno.

La ragione di tale decisione è da ricercarsi nella volontà di non intralciare i colloqui di pace tra Israele e Palestina che inizieranno mercoledì prossimo.

Al di là della motivazione ufficiale, difficilmente criticabile, è però vero che non si può che segnalare come la questione mediorientale rappresenti uno scoglio enorme su cui si è arenata la nave del UpM.

Proprio a seguito della crisi della striscia di Gaza il processo di creazione del segretario si è bloccato, e ora questo nuovo capitolo.

Di certo si annuncia buio il futuro dell’Unione del Mediterrraneo visto che si contava sulla presidenza spagnola (uno dei principali sponsor dell’iniziativa tra l’altro) per far ripartire il processo, visto che la prossima presidenza “mediterranea” sarà quella cipriota del secondo semestre 2012.  

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s