Se anche la Germania comincia ad essere fredda sull’Unione Europea

È cosa nota ormai da tempo che il cancellierato Merkel passerà alla storia come quello meno euro devoto degli ultimi trentanni. Per carità con questo non voglio dire che d’improvviso Berlino è diventata la capitale dell’Euroscetticismo, ma che i tempi di Kohl sono lontani sì.

Inoltre, non è certo una novità che la politica estera tedesca in questi ultimi anni non abbia strizzato l’occhio più volte nei confronti di Mosca e del gas russo.

A riprova di ciò la dichiarazione del commissario tedesco per l’Energia Oettinger (più noto come Gunther chi?) di sostanziale apertura nei confronti del gasdotto South Stream di proprietà di Gazprom.

Tale dichiarazione rappresenta una assoluta novità nello scenario europeo, e se supportata in futuro da fatti concreti, rappresenta un cambiamento epocale per l’Unione Europea.

Nella rivalità geopolitica UE-Russia l’approvvigionamento energetico rappresenta ovviamente il capitolo principale. Da tempo Gazprom è lo strumento principale attraverso cui il governo di Mosca esercita la sua influenza sull’Europa Orientale (Ucraina docet), e non solo. Per sottrarsi all’abbraccio russo l’Unione Europea ha sponsorizzato nel corso degli ultimi anni l’avvio di un gasdotto concorrente che, attraversando Turchia, Bulgaria, Romania, Ungheria e Austria, dovrebbe garantire ai territori dell’Unione l’apporto energetico necessario.

La posizione di apertura di Oettinger ha come prima vittima diretta proprio il progetto Nabucco che potrebbe vedere minata la sua ragione di vita.

Ma non solo. Un’eventuale politica più favorevole verso South Stream, potrebbe anche significare un cambiamento della rotta politica sia nei confronti dei paesi del Partenariato Orientale (di nuovo Ucraina docet) sia nelle possibilità turche di riuscire ad entrare nell’Unione.

Siamo per caso davanti ad una rivoluzione copernicana della locomotiva europea? Se così fosse, il futuro europeo si farebbe freddo come l’inverno siberiano.

One response to “Se anche la Germania comincia ad essere fredda sull’Unione Europea

  1. meno male, viva gli stati sovrani di battere moneta, non piu schiavi del signoraggio europeo!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s