Audizione dei nuovi commissari/8. Androulla Vassiliou, Johannes Hahn, Neelie Kroes

Ancora protagonisti i commissari che si sottoporranno alle audizioni giovedí 14 gennaio. Gli ultimi tre sono:

  • Androulla Vassiliou (Cipro) Commissario Istruzione, Cultura, Multilinguismo e Gioventù;
  • Johannes Hahn (Austria) Commissario Politica regionale;
  • Neelie Kroes (Olanda) Vicepresidente e Commissario Agenda digitale;

Androulla Vassiliou

Chi é. Dopo la breve esperienza come Commissario per salute e protezione dei consumatori in sostituzione di Markos Kyprianou, Androulla Vassiliou inizia ora una nuova esperienza come commissario seppur con un nuovo portafoglio. Forte di una grossa esperienza politica alle spalle la Vassillou non rischia certo la bocciatura da parte degli europarlamentari. Inoltre non va dimenticato che é stata una delle figure più importanti nel processo che ha portato Cipro far parte dell’Unione Europea. Alla guida di DG SANCO ha saputo mantenersi nel solco dei predecessori gestendo il portafoglio con professionalità ed esperienza.

Portafoglio. Si tratta di un nuovo portafoglio quella che verrà affidato al commissario cipriota. Multilinguismo viene infatti accorpato a Cultura e Istruzione. Tale decisione rappresenta la volontà di razionalizzare le competenze dei vari commissari e, al tempo stesso, é un’occasione per far sparire una competenza (Multilinguismo) che era stata creata ad hoc solo per dare un portafoglio anche ai rappresentati rumeni e bulgari entrati in ritardo rispetto all’avvio della precedente legislatura.

Sotto l’aspetto delle lingue il nuovo commissario si dovrà battere per soprattutto per il perseguimento della poltica di favorire l’apprendimento di almeno due lingue straniere fin dalla scuola primaria.

Oltre che per multinguismo Vassiliou sarà responsabile anche per la promozione della cooperazione tra istruzione, innovazione e politiche di ricerca al fine di assicurare un ulteriore sviluppo del concetto di triangolo della conoscenza. Inoltre sarà a capo del mastodontico servizio di traduzione dell’Unione Europea.

Linee guida del suo mandato. Si presenta molto chiaro, e con una forte aria di efficacia, il programma poltico del nuovo commissario alla cultura europea. Punto centrale é il lancio di un’iniziativa chiamata “Youth on the Move” che già nel breve periodo dovrebbe facilitare la mobilità nell’apprendimento da parte dei giovani. Altro aspetto focale é rappresentato dalla volontà di avvicinare mondo del lavoro ed educazione al fine di stimolare la volontà da ambo le parti ad aprirsi verso percorsi ed esperienze più multiculturali. Ultima piccola curiosità alla luce dei prossimi allargamenti il nuovo commissario ha già previsto nel suo programma l’avvio della procedura di allargamento del servizio di traduzione per meglio recepire l’arrivo di nuove lingue ufficiali.

Commissione giudicante. Sarà davanti alla commisisone cultura ed istruzione (CULT) che Vassillou sosterrà la sua audizione. CULT é presieduta dalla tedesca Doris Pack.

Luogo e data dell’audizione. Bruxelles, giovedí 14 gennaio dalle ore 13.00 alle ore 16.00 presso la sala JAN 4Q2 del Parlamento Europeo.

Johannes Hahn

Chi é. Sembrava che in nome del Gender Balance, ovvero della volontà da parte di Barroso di avere almeno 1/3 della sua nuova squadra composto da donne, l’Austria dovesse riconfermare il Commissario uscente Benita Ferrero-Waldner e invece, quasi a sorpresa, la nomina é caduta su Hahn.

Seppur membro del partito di centro-destra austriaco Hahn é alla guida del Ministero per la Scienza e la Ricerca nell’esecutivo di coalizione guidato dal socialdemocratico Faymann, dove era al centro di forti contestazioni da parte del mondo studentesco per la volontà di reintrodurre le rette universitarie.

Il suo pedigree europeo lascia al quanto a desiderare visto che non si é mai occupato realmente di Europa, mentre da alcune parti si segnalano problemi circa il suo passato. In particolare dal mondo austriaco sono emersi sospetti circa le sue relazioni con Novomatic, una delle più importanti distributori di macchine da gioco e scommesse, di cui ha a lungo fatto parte del Consiglio direttivo.

Portafoglio. Sedere alla guida della politica regionale europea significa mettersi alla guida di un sacco di soldi. Passaeranno per le sue mani la conduzione politica del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), del Fondo sociale europeo (FSE) e del Fondo di coesione, tutti veicoli attraverso i quali l’Unione Europea mira a favorire, a livello regionale, la coesione economica e sociale e a ridurre il divario di sviluppo.

Linee guida del mandato. La necessità di uscire dalla crisi anche attraverso il finanziamento di progetti a livello locale é il principale obiettivo di Hahn. Linea guida del suo mandato sarà lo sviluppo della politica di coesione sia in chiave futura con l’avvio dei lavori per il lancio di una nuovo poltica post 2013; sia in chiave attuale con la convinzione che tale politica “offra un originale e moderno sistema di governance a più livelli, che sfrutta i valori e conoscenze a livello locale e regionale, lo combina con la direzione strategica da parte dell’Unione europea, e coordina gli interventi tra i diversi livelli di governo“.

Riguardo al fiume di soldi ch gestirà egli ha espresso la necessità di una maggiore trasparenza nella loro gestione ed ha individuato nell’regione del Danubio e in quella del Mar Baltico due aree che necessita di un’intervento importante da parte del suo portafoglio.

Commissione giudicante. Commissione giudicante sarà la Commissione Sviluppo regionale (REGI) e sarà un confronto interessante visto che a presiderla c’é proprio colei che ha preceduto Hahn, la polacca Danuta Hubner.

Luogo e data dell’audizione. Bruxelles, giovedí 14 gennaio dalle ore 16.30 alle ore 19.30 presso la sala JAN 2Q2 del Parlamento Europeo.

Neelie Kroes

Chi é. La donna più temuta dalla Silicon Valley americana (multa a Microsoft per il Media Player; poi l’accordo sempre con Microsoft affinché non immetta più sul mercato europeo Windows e Explorere insieme; infine multa record ad Intel) si traferisce da Concorrenza ad un altro portafoglio, ma rimane sempre una minaccia per Bill Gates e amici visto che assume la guida di Agenda Digitale.

Zia Neelie é stata a lungo uno dei volti più noti del precedente gabinetto Barroso segnalandosi per indefessa sanzionatrici di multe a tutti quei comparti che non volevano saperne di rispettare la concorrenza europea. Notorietà che l’ha a lungo portata ad essere tra le prime 100 donne più potenti del mondo secondo la rivista Forbes.

Portafoglio. Dopo aver fatto capitolare Microsoft ora la sfida più grande riguarda il pacchetto Telecom, sfida enorme che per ora ha partorito solo il topolino del roaming degli SMS. Accanto ad esso c’é poi da sostenere lo sviluppo delle Tecnologie di Informazione e di Comunicazione (TIC); l’avviamento e la diffusione delle reti internet ad alta velocità in Europa e lo sviluppo del mercto unico online.

Linee guida del suo mandato. Quattro i punti che Neelie Kroes ha indicato:

  1. Sviluppare le reti ad alta velocità del futuro;
  2. Realizzare il mercato unico online;
  3. Garantire che tutti i cittadini possano partecipare alla società dell’informazione;
  4. Assicurare un sostegno maggiore e più mirato alla ricerca e all’innovazione nel campo delle TIC;

Commissione giudicante. Spetterà a ITRE il compito di giudicare Neelie Kroes.

Luogo e data dell’audizione. Bruxelles, giovedí 14 gennaio dalle ore 16.30 alle ore 19.30 presso la sala JAN 4Q2 del Parlamento Europeo.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s