Barroso II – La nuova squadra di José Manuel Durão

Pensavate di aver finito con le nomine politiche europee? Pensavate che dopo il tormentone del Presidente del Consiglio europeo e dell’Alto Rappresentante avessimo finito di stressare? E invece no!!!!  Vi eravate dimenticati di conoscere i nomi dei nuovi commissari, ovvero scoprire chi avrà la fortuna e l’onore di far parte del Barroso II. Ieri, dopo trepidante attesa (eufemismo), il sempre sorridente José Manuel ha potuto annunciare i nomi dei fortunati 27 (in grassetto i confermati, in rosa le signore):

Johannes Hahn (Austria), Karel de Gucht (Belgio), Rumiana Jeleva (Bulgaria), Androulla Vassiliou (Cipro), Connie Hedegaard (Danimarca), Siim Kallas (Estonia), Olli Rehn (Finlandia), Michel Barnier (Francia), Gunther Oettinger (Germania), Catherine Ashton (Gran Bretagna), Maria Damanaki (Grecia), Maire Geoghegan-Quinn (Irlanda), Antonio Tajani (Italia), Andris Piebalgs (Lettonia), Algirdas Semeta (Lituania), Viviane Reding (Lussemburgo), John Dalli (Malta), Neelie Kroes (Olanda), Janusz Lewandowski (Polonia), Stefan Fule (Repubblica Ceca), Dacian Ciolos (Romania), Maros Sefcovic (Slovacchia), Janez Potocnik (Slovenia), Joaquin Almunia (Spagna), Cecilia Malmstrom (Svezia), Laszls Andor (Ungheria).

Salta agli occhi come la maggior parte dei nuovi commissari erano già membri del Barroso I, segno sia del buon lavoro da loro svolto in precedenza sia al fatto che in molti casi non dovessero confrontarsi con una forte concorrenza nazionale.

Rimane difficile a chi scrive puntare il focus su qualcuno in particolare o su qualche aspetto meritevole di notizia. Ancora memore dei problemi avuti dal Barroso I con la bocciatura di Buttiglione, il Barroso II, infatti, é la perfetta espressione di come applicare il “Manuale Cencelli” qui a Bruxelles. Rispecchia perfettamente i rapporti di forza tra le famiglie politiche europee (13 commissari d’area PPE, 8 riconducibili all’ALDE e 6 socialisti), ed ha il giusto tasso di rosa richiesto, Barroso infatti voleva che almeno il 1/3 dei commissarri fosse donna. Da notare la finezza della leggera compensazione data ai liberali dell’ALDE, ai danni dei socialisti, che finora ad ora erano stati eslcusi da tutte le nomine più prestigiose.

Tutte ragioni che fanno facilmente prevedere che non ci saranno grossi problemi nel superare le audizioni davanti al Parlamento Europeo.

Anche l’attribuzione dei vari portafogli non dovrebbe essere portatrici di grandi sorprese. Anzi alcune situazioni sono ben chiare fin da ora: alla Polonia dovrebbe spettare un portafoglio economico; che Concorrenza andrà alla Spagna; che DG Agricoltura sarà guidata da un francese o da qualcuno gradito a Parigi; che italiana sarà la guida di Industria e Impresa ed  infine che al Belgio quasi sicuramente non spetterà un portafoglio importante.  L’unico aspetto interessante sarà capire fino a che punto, Berlino continuerà a giocare al ribasso nella sua strategia volta a rafforzare le chanche di Weber come futura guida della BCE. Oettinger é  forse il commissario tedesco col  minor prestigio politico di tutti i tempi, però sempre della Germania stiamo parlando per cui  certamente non avrà Multilinguismo.  A complicare un po’ le cose c’é l’intenzione di Barrroso di non dare lo stesso mandato a chi già l’avuto per 5 anni. Infine sembra certo, anche se manca l’ufficialità, che verranno creati di 2 nuovi portafogli: Cambio Climatico e Interni (a cui verrà aggiunto anche la parte riguardante i diritti dell’uomo), che viene così scorporato da Giustizia.

Gli incarichi dovrebbero essere distribuiti entro la fine della prossima settimana, di modo che le audizioni possano iniziare subito. Salvo complicazioni il 20 gennaio il Parlamento dovrebbe dare il suo ok, di modo che la nuova Commissione possa insediarsi già dal 1 febbraio.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s