Proposte velleitarie

Il ministro italiano degli esteri, Frattini, aveva proposto, nel corso di una sua intervista al Financial Times, la creazione di una cabina di regia a sei per uscire dall’asse franco-tedesco che guida l’Unione Europea da sempre.

Il gruppo dei 6, ribatezzato il gruppo dei volenterosi, avrebbe dovuto comprendere: Francia, Germania, Gran Bretagna, Italia, Polonia e Spagna.

La proposta è apparsa fin da subito velleitaria. Parigi e Berlino non hanno nessun motivo per abbandonare il loro ruolo di locomotiva europea, al tempo stesso la Gran Bretagna non ha nessun motivo di abbandonare il suo ruolo di partner critico e polemico. Infine Italia e Spagna non hanno nessuna ragione, in questo momento, per fare la voce grossa con nessuno in Europa.

E la Polonia? Beh la Polonia è l’aspetto più interessante perchè è colei che dalla situazione attuale sta traendo i maggiori frutti, non solo grazie al suo ruolo di leader dei paesi entrati nella famiglia europea con il quarto allargamento. Varsavia, ripulitasi dal periodo Kaczynski, gode di ottimi relazioni sia con Berlino che con Parigi e si sta affermando come migliore amico della coppia.

Non a caso il No alla proposta Frattini è giunto proprio da Varsavia.

About these ads

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s